Nel secondo turno, il derby pugliese va ai biancorossi che saranno testa di serie. Cesena k.o. in casa contro la matricola maceratese. Passano anche i rosanero contro la Juve Stabia e l’AlbinoLeffe con il Grosseto

Era la partita più attesa, il Bari non l’ha steccata. Nel sentitissimo derby del San Nicola, la squadra di Gaetano Auteri ha superato il Foggia (3-1) con una prova convincente. Al 25’ a segno Marras, che ha esultato mostrando la maglia del compagno Minelli (fermato da problemi cardiologici successivi al contagio da Covid-19). Bellissimo il raddoppio, con l’assist al volo di Antenucci per D’Ursi. Il Foggia ha accorciato con Di Jenno, prima che lo stesso D’Ursi chiudesse ancora i conti con un destro a giro per la personale doppietta. Al sorteggio di domani il Bari – finalista della passata edizione – sarà testa di serie insieme alle tre terze classificate (Renate, Sudtirol e Avellino) e al Modena migliore quarta.

Cesena-Matelica 2-3

—  

Su due campi è saltato il pronostico. Partita pazzesca al Manuzzi, dove il Matelica tocca il punto più alto della propria storia eliminando il Cesena (2-3) e arrampicandosi da matricola alla fase nazionale. È successo di tutto: ospiti avanti al 37’ con Magri, poi Bortolussi si è fatto parare da Vitali il sesto rigore fallito dai bianconeri in stagione. Nella ripresa, raddoppio del Matelica con Calcagni e svantaggio dimezzato da Di Gennaro. Nel finale succede di tutto: al 96’, in dieci per l’espulsione di Favale, il Cesena trova con Ardizzone un pari che sa illusoriamente di qualificazione. La doccia fredda per i padroni di casa arriva però dopo lunghissimi otto minuti di recupero, con il gol decisivo di Balestrero che ha bucato Nardi sul primo palo.

Juve Stabia-Palermo 0-2

—  

Colpo esterno anche del Palermo a Castellammare di Stabia, nonostante le assenze in avanti di Lucca e Rauti. Juve Stabia stesa da un gol per tempo (0-2), entrambi di testa: Valente al 18’ su imbeccata dell’ex Kanoute, Saraniti – entrato nel secondo tempo – su assist dello stesso Valente. Si ferma nel derby di Vercelli la corsa della Juventus Under 23: alla Pro sarebbe bastato anche il pari, ma Rocco Costantino a dieci minuti dal termine ha firmato la vittoria che alimenta la corsa della squadra di Francesco Modesto. Avanza anche la Feralpisalò, sfruttando il vantaggio dei due risultati su tre: con la Virtus Verona finisce 1-1, al vantaggio casalingo di Guerra al 19’ ha replicato Pittarello dopo l’intervallo. Le emozioni, in ogni caso, non sono mancate: due i legni colpiti dai padroni di casa, mentre Legati ha salvato sulla linea il colpo di testa che sarebbe valso la doppietta di uno scatenato Pittarello.

AlbinoLeffe-Grosseto 2-1

—  

Porte della fase nazionale aperte anche per l’AlbinoLeffe, che supera il secondo ostacolo toscano: dopo il Pontedera al primo turno, questa volta tocca al Grosseto che si fa rimontare (2-1) dopo essersi portato avanti con Polidori. Del solito Manconi (secondo gol consecutivo nei playoff, 17 in stagione) e di Canestrelli i sigilli alla qualificazione dei ragazzi di Zaffaroni. Domani il sorteggio del primo turno della fase nazionale: andata domenica 23 maggio, il ritorno il 26 maggio in casa delle teste di serie. Sfide di andata e ritorno, senza la previsione dei supplementari. Avanti chi avrà realizzato più gol nei 180’ o – in caso di parità – la testa di serie.

Verso il sorteggio

—  

Da definire-Renate (ritorno a Meda), da definire-Sudtirol (ritorno a Bolzano), da definire-Avellino (ritorno ad Avellino), da definire-Modena (ritorno a Modena), da definire-Bari (ritorno a Bari).

La Gazzetta dello Sport