Preliminari, precedenti e curiosità - Lega B

Cittadella-Brescia (ore 18,00)

Al “Tombolato” i confronti ufficiali fra le due squadre sono 11: score di 2 successi granata (ultimo 3-0 nella B 2020/21), 5 pareggi (ultimo 2-2 nella B 2018/19) e 4 vittorie ospiti (ultima 3-0 nella B 2016/17).

Non è una sfida inedita quella tra Cittadella-Brescia nei playoff della B: nella stagione 2009/10 le due squadre si sono affrontate in terra veneta il 2 giugno 2010, nella semifinale di andata, vinta dagli ospiti 1-0. La marcatura decisiva – ed unica – di quel match fu siglata in favore delle “rondinelle” da Victor Mareco al minuto 88, sotto la guida di Giuseppe Iachini, mentre sulla panchina dei granata sedeva Claudio Foscarini. Fu la rete che diede il via al cammino del Brescia nella fase finale del torneo verso la promozione, conquistata grazie al passaggio del turno contro il Cittadella – per miglior piazzamento in classifica (nella gara di ritorno vittoria esterna dei granata veneti per 1-0) – e al successo in finale contro il Torino (0-0 nell’andata e 2-1 interno al ritorno).

E’ la sesta stagione che il Cittadella gioca i playoff di Serie BKT per accedere alla Serie A e da oggi diventa la squadra con più partecipazioni, affiancando lo Spezia, l’anno scorso promosso storicamente per la prima volta nel massimo campionato italiano. Per i granata veneti si ricordano le semifinali con il Brescia nella stagione 2009/10 (Cittadella-Brescia 0-1 e Brescia-Cittadella 0-1); il turno preliminare – in gara secca – contro il Carpi nell’anno 2016/17 (Cittadella-Carpi 1-2); nei play-off 2017/18 qualificazione ai preliminari contro il Bari (Cittadella-Bari 2-2 d.t.s.) e doppio confronto di semifinale con il Frosinone (Cittadella-Frosinone 1-1, in entrambe le partite); nella stagione 2018/19 preliminare contro lo Spezia (Spezia-Cittadella 1-2), semifinali contro il Benevento (Cittadella-Benevento 1-2 e Benevento-Cittadella 0-3) e le due storiche finali contro l’Hellas Verona (Cittadella-Hellas Verona 2-0 ed Hellas Verona-Cittadella 3-0); infine lo scorso anno di fronte nuovamente al Frosinone e fuori ai preliminari (Cittadella-Frosinone 2-3 d.t.s.). Per Roberto Venturato quinta avventura nella post-season cadetta, sempre come allenatore del Cittadella, senza mai centrare la promozione in 4 tentativi, riferiti alle ultime 4 stagioni.

Cittadella che arriva a questo match con una sola sconfitta nelle ultime 7 partite (Ascoli-Cittadella 2-0 del 2 maggio scorso), con – in mezzo – 3 vittorie ed altrettanti pareggi. Al “Tombolato” i granata sono imbattuti da 6 match, con ultimo stop datato 2 marzo, Cittadella-Pescara 0-1: da quel match si contano 3 affermazioni e 3 pareggi.

Quinta partecipazione ai playoff in Serie BKT per il Brescia: “rondinelle” che furono eliminate in semifinale nel 2007/08 dall’Albinoleffe (vincendo 1-0 in casa ma perdendo 2-1 all’”Atleti Azzurri d’Italia” di Bergamo); approdarono alla finale nel 2008/09 vincendo sull’Empoli (1-1 all’andata in trasferta, 3-0 interno al “Rigamonti”), perdendola dal Livorno (Brescia-Livorno 2-2, Livorno-Brescia 3-0); si imposero nella finale 2009/10 sul Torino (0-0 nell’andata e 2-1 casalingo al ritorno), sconfiggendo prima il Cittadella (vittoria per 1-0 tra le mura amiche e sconfitta 1-0 al Tombolato); infine nel 2012/13, con un doppio 1-1 contro il Livorno, Brescia eliminato in semifinale.

Brescia vittorioso da 4 gare consecutive: ultimo stop il 17 aprile scorso, Empoli-Brescia 4-2. Si tratta dell’unica sconfitta delle ultime 8 gare disputate, a cui si sommano 5 successi (tra cui i suddetti 4 di fila) e 2 pareggi (con “rondinelle” sempre a segno – 21 le reti complessive – tenendo una media gol-partita di 2,60).

Tra Roberto Venturato e Pep Clotet (al primo playoff cadetto in carriera tecnica) è il primo confronto ufficiale, da allenatori avversari.

Dirige Pezzuto di Lecce: bilancio speculare di 4 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte nei 9 incroci con entrambe le squadre. Al Var Nasca.

 

 

Venezia-ChievoVerona (ore 21)

Sono 14 i precedenti ufficiali del derby veneto al “Penzo”: in bilancio 6 vittorie arancioneroverdi (ultima 3-1 nella B 2020/21), 6 pareggi (ultimo 0-0 nella serie A 2001/02) e 2 successi scaligeri (2-0 nella B 2019/20).

E’ la seconda stagione che il Venezia gioca i playoff di Serie B per accedere alla Serie A. Per gli arancioneroverdi si ricorda la fase finale della stagione 2017/2018 in cui, guidati da Filippo Inzaghi, eliminarono il Perugia al primo turno con un netto 3-0 (marcature di Stulac al 30’, Modolo al 74’ e Pinato all’83), per poi venire a loro volta battuti nel doppio confronto alle semifinali con il Palermo (1-1 al “Penzo” nella gara di andata – con il lagunare Marsura che pareggiò il vantaggio rosanero di La Gumina – e 1-0 al “Barbera” al ritorno – autogol di Domizzi, tecnico del Pordenone nella fase finale della stagione di cui si è conclusa lunedì scorso la regular season). Per Paolo Zanetti è la prima avventura nei playoff della B.

Venezia che arriva a questo match con una sola sconfitta nelle ultime 7 partite (Salernitana-Venezia 2-1 del 17 aprile scorso), a cui si sommano 2 vittorie e 4 pareggi.

Seconda partecipazione ai playoff in Serie B anche per il ChievoVerona: nella scorsa stagione i gialloblù riuscirono a passare il preliminare contro l’Empoli, grazie al miglior piazzamento nella regular season, nella partita record per rigori falliti, sia nella regular-season che nelle fasi finali playoff e playout, da quando Lega A e Lega B si sono divise, ossia a partire dal 2010/11: 1-1 dopo overtime al “Bentegodi”, con sigilli di Garritano per i veneti e Tutino per gli azzurri – match caratterizzato da ben 3 tiri dagli undici metri sbagliati, uno dai gialloblù con Djordjevic e 2 dai toscani, con Ciciretti e La Mantia –; i veronesi furono però eliminati in semifinale dallo Spezia (vittoria interna per 2-0 e sconfitta esterna per 1-3), squadra che poi centrò la sua prima storica promozione in Serie A, imponendosi in finale sul Frosinone. Per Alfredo Aglietti quarta avventura nella post-season cadetta dopo l’eliminazione col Novara 2012/13 (dall’Empoli), la promozione centrata con l’Hellas Verona del 2018/19, partendo dal sesto posto in classifica finale della regular season – eliminando il Perugia nel preliminare (4-1 dopo over-time al “Bentegodi”), il Pescara in semifinale (0-0 all’andata in casa, 1-0 al ritorno in Abruzzo) ed il Cittadella nella finalissima (0-2 all’andata al “Tombolato”, ribaltato con il 3-0 del “Bentegodi” al ritorno) – e l’uscita in semifinale lo scorso anno contro lo Spezia (dopo essersi imposto sull’Empoli), alla guida del ChievoVerona.

ChievoVerona vittorioso in trasferta in una sola occasione nelle ultime 11 gare disputate, il 7 maggio scorso in Virtus Entella-ChievoVerona 1-3: si tratta dell’ultimo successo gialloblù, a cui si sommano 5 pareggi e altrettante sconfitte.

Tra Paolo Zanetti e Alfredo Aglietti è il terzo confronto tecnico ufficiale: a bilancio le due sfide della regular season del campionato di Serie BKT appena concluso, ChievoVerona-Venezia 1-1 e Venezia-ChievoVerona 3-1.

Dirige Sozza di Seregno: anche qui bilancio speculare, come a Cittadella, per le due compagini: 1 pareggio e 2 sconfitte nei 3 incroci. Al Var Rapuano.

 

Fonte: Footballdata.it

Nella foto la Presse Aglietti, alla quarta avventura in un playoff di Serie B

Fonte: LEGA BTK – legab.it