Scialpi incastona una punizione gioiello al 94′ e punisce un Fasano che già pregustava la vittoria nel derby classico della D. Un pareggio acciuffato solo con l’ultimo tiro per il Nardò, che partito a spron battuto e pericoloso nel primo quarto d’ora è stato col passare del tempo imbrigliato nelle maglie di un Fasano attento e disposto al fraseggio prolungato in mezzo al campo.

I granata si rendono pericolosi solo nel primo quarto d’ora quando al 7′ Caputo piazza un diagonale parato a terra da Suma. Al 10′ è ancora Caputo ad impegnare il portiere bianco-azzurro con un calcio di punizione ben calibrato ma facile preda di Suma.

Al 15′ Caputo scodella in area una punizione-cross su cui nè De Giorgi, nè Nicolao riescono a trovare il tempo per la conclusione.

Il Fasano prova a reagire e con l’abile regia di Bernardini e la tecnica di un Melillo ispirato, cresce senza sprecare palloni, allentando i ritmi aggressivi del Toro e rendendosi pericoloso.

Al 20′ De Giorgi deve chiudere precipitosamente su cross basso di Camara mentre al 23′ Melillo comincia ad affinare la mira alzando sopra la traversa un tiro da fuori area.

Nardò più compassato e arruffone, chiaramente in difficoltà a centrocampo dove Valzano e Mengoli sono in costante apprensione e inclini all’errore. Nel finale di tempo equilibrio in campo con qualche sortita di Dambros il cui tiro al 38′ viene alzato in corner da Milli. Si va negli spogliatoi sullo 0-0.

Nella ripresa subito out Bernardini, infortunato, e dentro Urruti per il Fasano. Dovrebbe essere una perdita pesante in mezzo al campo ma i fasanesi non ne risentono e comandano il gioco.

Al 50′ Un tiro di Dambros viene parato da Milli. Al 55′ conclusione di Gentile smorzata da un difensore e parata da Milli ma al 58′ il portiere italo-canadese deve capitolare.

Azione insistita del Fasano con un primo tentativo di tiro rintuzzato dalla difesa granata, palla riconquistata da Urruti e servita a Melillo che dal limite dell’area controlla e batte Milli con un piazzato all’angolino basso. 0-1

Il Nardò non ci sta. Danucci corre ai ripari e inserisce un’altra punta, Granado, per uno spento Mengoli. Nardò vicino al pari con un colpo di testa di Romeo fuori non di molto e un corner su cui si avventa Valzano di testa e sfiora il palo.

Recriminazioni granata ma al 70′ è il Fasano a doversi disperare. Dambros fila verso Milli che gli stoppa in tuffo il tiro, sulla ribattuta Dambros riprova la conclusione a porta sguarnita ma angola troppo e spedisce fuori.

Nardò ancora in piedi e vicino al goal al 75′ quando Caputo calibra male il tiro a giro che finisce alto.

All’85’ il Fasano sciupa il match point. Lopez ruba palla a Romeo e se ne va solitario verso la porta, Milli gli chiude lo specchio e Lopez manda sull’esterno della rete.

A questo punto il Nardò dovrebbe provare il forcing finale ma sembra non avere più birra nelle gambe. Gli impegni ravvicinati si fanno sentire. Tutto sembra crollare quando Stranieri si fa espellere per fallo da ultimo uomo, invece la sorpresa è dietro l’angolo.

Al 94′ fallo ingenuo di Meduri su Toernros sui 30 metri. Caputo, lo specialista, ha una caviglia malconcia e si propone Scialpi per il tiro.

Il centrocampista gallipolino prende una lunga rincorsa, pennella un pallone a scendere che si infila sotto l’incrocio dei pali regalando ai tifosi del Nardò un gioiello che salva un derby. Per il Fasano tante recriminazioni ma anche tanti complimenti per una prestazione di qualità.

Tabellino:

NARDO’ – FASANO 1-1
Scorers: Melillo 58′, Scialpi 95′
NARDO’ (4-2-3-1): Milli; Cancelli, De Giorgi (70′ Stranieri), Romeo, Nicolao; Valzano (80′ Palazzo), Mengoli (60′ Granado); Rimoli (60′ Gallo), Lezzi (79′ Scialpi), Caputo; Toernros.
Bench: Centonze, Politi, Massaro
Coach: Ciro Danucci
FASANO (4-3-3): Suma; Camara, Urquiza, Meduri, Lopez; De Miranda, Amoruso (75′ Taddeo), Bernardini (46′ Urruti), Dambros (79′ Lopez), Melillo, Gentile (78′ Dellino).
Bench: Pontet, Omerovic, Nellar, Gille, Trovè
Coach: Vito Costantini
Arbitro: Matteo Mori di La Spezia
Assistenti: Davide Rignanese di Rimini e Paolo Roselli di Avellino
Ammoniti: Camara, Dellino (F) Caputo, Lezzi (N)
Espulso Stranieri per fallo da ultimo uomo al 75′.