Serie B – Continua la caccia al Palermo, tempo di derby in Veneto

I siciliani in scena a Cremona nel giorno della festa di Simoni. Stroppa ritrova il Foggia da avversario.

450
L’allenatore del Padova Bisoli (foto di Massimo Candotti)

Continua la caccia al Palermo capolista in questa 2a giornata di ritorno della Serie BKT con i siciliani in campo a Cremona nel giorno della festa di Gigi Simoni e con il Brescia che se la vedrà domenica alle 18 contro lo Spezia al Rigamonti. Per il Pescara impegno ostico in casa del Livorno ma Pillon, ex di turno, non vuole perdere terreno dalle prime della classe così come il Lecce, in scena all’Arechi contro la Salernitana. Al Del Duca in palio punti preziosi per la corsa ai playoff tra Ascoli e Perugia, allo Zaccheria invece Stroppa non avrà tempo per i ricordi contro la sua ex squadra, il Foggia, perchè il Crotone vuole uscire il prima possibile da una situazione di classifica piuttosto deficitaria. Per quanto riguarda le venete, derby tra Venezia e Padova mentre l’Hellas Verona e il Cittadella saranno impegnate in casa rispettivamente contro Cosenza e Carpi.

Venerdì 25 gennaio ore 21
Foggia-Crotone
Crotone vittorioso una sola volta a Foggia nei 10 precedenti ufficiali, a fronte di 2 pareggi e 7 affermazioni rossonere. L’unica vittoria calabrese risale al 23 dicembre 1998 in C-1, 1-0 con rete allo scadere di Ambrosi.
Probabili formazioni:
Foggia (3-4-1-2): Noppert, Tonucci, Martinelli, Ranieri, Zambelli, Gerbo, Agnelli, Kragl, Galano, Iemmello, Mazzeo. All. Padalino.
Crotone (3-5-2): Cordaz, Spolli, Vaisanen, Sampirisi, Firenze, Barberis, Rohden, Zanellato, Molina, Nalini, Simy. All. Stroppa.
Arbitro: Pezzuto.
Diffidati: Gerbo, Martinelli, Ranieri, Tonucci (Foggia); Molina (Crotone).
Squalificati: Benali (Crotone).

Sabato 26 gennaio ore 15
Ascoli-Perugia
Sono 19 i confronti nelle Marche fra Ascoli e Perugia, con vantaggio dei bianconeri per 8 successi contro i 5 umbri, 6 i pareggi. Tra le 5 vittorie biancorosse, ben 3 sono state per 1-0, nella C 1961/62, nella B 2004/05 e nella I Divisione 2013/14.
Probabili formazioni:
Ascoli (4-3-1-2): Lanni, Laverone, Brosco, Valentini, D’Elia, Casarini, Troiano, Frattesi, Ninkovic, Berretta, Ngombo. All. Vivarini.
Perugia (4-3-1-2): Gabriel, Mazzocchi, Cremonesi, Gyomber, Felicioli, Kingsley, Bordin, Falzerano, Verre, Vido, Han. All. Nesta.
Arbitro: Marini.
Diffidati: Laverone (Ascoli); Falasco, Gyomber (Perugia).
Squalificati:

Cittadella-Carpi
Cittadella e Carpi non conoscono il segno “X” nelle 7 sfide fin qui disputate al Tombolato: 3 vittorie per i padroni di casa, 4 per gli ospiti.
Probabili formazioni:
Cittadella (4-3-1-2): Paleari, Ghiringhelli, Adorni, Camigliano, Benedetti, Settembrini, Bussaglia, Branca, Schenetti, Diaw, Finotto. All. Venturato.
Carpi (4-4-2): Colombi, Pachonik, Kresic, Poli, Rolando, Pasciuti, Sabbione, Coulibaly, Vitale, Marsura, Arrighini. All. Castori.
Arbitro: Massimi.
Diffidati: Iori (Cittadella); Jelenic (Carpi).
Squalificati: Iori (Cittadella); Di Noia (Carpi).

Cremonese-Palermo
Negli 11 precedenti a Cremona, una sola vittoria per il Palermo a fronte di 4 successi dei padroni di casa e 6 pareggi. Il successo è del 12 novembre 2017, 2-1 in B, con reti – in rimonta – di Rispoli e Chochev dopo vantaggio dei padroni di casa con Claiton.
Probabili formazioni:
Cremonese (4-3-2-1): Ravaglia, Mogos, Terranova, Claiton, Migliore, Soddimo, Arini, Emmers, Castrovilli, Piccolo, Strefezza. All. Rastelli.
Palermo (4-3-2-1): Brignoli, Rispoli, Bellusci, Szyminski, Salvi, Haas, Jajalo, Murawski, Falletti, Trajkovski, Moreo. All. Stellone.
Arbitro: Marinelli.
Diffidati: Claiton (Cremonese); Murawski (Palermo).
Squalificati:

Ore 18
Salernitana-Lecce
Festa del gol nelle ultime 6 gare tra Salernitana e Lecce in terra campana: entrambe le squadre hanno sempre segnato, 9 le reti granata, 8 quelle salentine. L’ultimo stop risale allo 0-2 subito dai granata in Coppa Italia il 25 agosto 1985 (ma si giocava a Nocera Inferiore), mentre il Lecce non ha segnato l’ultima volta a Salerno addirittura il 5 ottobre 1975, sconfitta 0-2 in serie C, quando ancora si giocava al vecchio stadio Vestuti.
Probabili formazioni:
Salernitana (3-4-2-1): Micai, Mantovani, Perticone, Gigliotti, Pucino, Castiglia, Akpa Akpro, Vitale, D. Anderson, A. Anderson, Jallow. All. Gregucci.
Lecce (4-3-1-2): Vigorito, Venuti, Bovo, Meccariello, Calderoni, Petriccione, Tachtsidis, Scavone, Mancosu, Falco, Palombi. All. Liverani.
Arbitro: Maggioni.
Diffidati: Akpa Akpro (Salernitana); Palombi, Petriccione, Scavone (Lecce).
Squalificati: Di Tacchio, Migliorini (Salernitana).

Domenica 27 gennaio ore 15
Livorno-Pescara
Negli 8 precedenti ufficiali a Livorno, i padroni di casa hanno sempre segnato contro il Pescara: 18 le reti totali, media di più di 2 gol ad incontro. 5 sono le vittorie amaranto contro le 2 biancazzurre, 1 pareggio completa il quadro.
Probabili formazioni:
Livorno (3-4-1-2): Zima, Di Gennaro, Bogdan, Gasbarro, Kupisz, Agazzi, Rocca, Porcino, Diamanti, Giannetti, Raicevic. All. Breda.
Pescara (4-3-3): Fiorillo, Balzano, Gravillon, Scognamiglio, Del Grosso, Melegoni, Kanoutè, Machin, Marras, Mancuso, Antonucci. All. Pillon.
Arbitro: Piscopo.
Diffidati: Balzano, Del Grosso, Machin, Memushaj (Pescara).
Squalificati: Brugman (Pescara).

Venezia-Padova
Sono 38 i precedenti ufficiali in Laguna del derby veneto, con 18 successi arancioneroverdi, 12 biancoscudati ed 8 pareggi. Fra le 12 vittorie padovane storica quella del 20 novembre 1949 – Serie A – 8-0 che ancor oggi resta una delle due massime affermazioni esterne nella storia dell’intera Serie A su girone unico, con poker di Prunecchi e doppiette di Vitali e Novello.
Probabili formazioni:
Venezia (4-3-3): Vicario, Bruscagin, Domizzi, Modolo, Garofalo, Zennaro, Bentivoglio, Pinato, Rossi, Vrioni, Di Mariano. All. Zenga.
Padova (3-4-1-2): Minelli, Andelkovic, Cherubin, Trevisan, Morganella, Calvano, Broh, Longhi, Lollo, Mbakogu, Bonazzoli. All. Bisoli.
Arbitro: Sacchi.
Diffidati: Di Mariano (Venezia).
Squalificati:

Ore 18
Brescia-Spezia
Pur essendo in vantaggio nel bilancio complessivo (8 vittorie a 3 con 7 pareggi in 18 precedenti ufficiali al Rigamonti), il Brescia non batte lo Spezia dal 29 marzo 2008, 1-0 in Serie B, con rete decisiva di Taddei al 47’. Nei 6 match seguenti si contano 4 pareggi ed 2 successi spezzini, con gli “aquilotti” in gol da 5 partite di fila, 6 gol totali.
Probabili formazioni:
Brescia (4-3-1-2): Andrenacci, Sabelli, Cistana, Romagnoli, Mateju, Bisoli, Tonali, Dessena, Spalek, Torregrossa, Donnarumma. All. Corini.
Spezia (4-3-3): Lamanna, De Col, Terzi, Capradossi, Augello, Bartolomei, De Francesco, Crimi, Gyasi, Okereke, Bidaoui. All. Marino.
Arbitro: Di Paolo.
Diffidati: Torregrossa (Brescia); Capradossi, Crimi, Ricci, Vignali (Spezia).
Squalificati: Ricci (Spezia).

Lunedi 28 gennaio ore 21
Hellas Verona-Cosenza
Il Cosenza ha vinto 2 volte a Verona su 12 precedenti ufficiali, a fronte di 7 successi scaligeri e 3 pareggi. L’ultima affermazione calabrese risale al 5 marzo 1995, 3-1 in B, con le reti di Negri, autogol di Valoti e De Rosa e gol della bandiera, su rigore, di Fermanelli.
Probabili formazioni:
Hellas Verona (4-3-3): Silvestri, Faraoni, Marrone, Dawidowicz, Balkovec, Gustafson, Colombatto, Zaccagni, Matos, Di Carmine, Laribi. All. Grosso.
Cosenza (3-5-2): Perina, Idda, Dermaku, Legittimo, Corsi, Bruccini, Palmiero, Mungo, D’Orazio, Maniero, Tutino. All. Braglia.
Arbitro: Rapuano.
Diffidati: Lee (Hellas Verona); Corsi, Garritano, Palmiero (Cosenza).
Squalificati:
Precedenti segnalati da Calcio & Social Communication.
Nella foto di Massimo Candotti l’allenatore del Padova Bisoli.