La capolista, già sotto dopo 2’, al 9’ sbaglia un rigore con De Vitis. Pugliesi raggiunti dall’Ascoli a 15’ dalla fine, ai calabresi a Vicenza basta un gol di Galabinov, umbri show a Pordenone. Cosenza-Frosinone e Perugia-Brescia in campo dalle 16.15, Como-Alessandria dalle 18.30

Il Pisa cade a Crotone, perde la prima partita del suo campionato e da alla Cremonese (in campo domani col Benevento) un’occasione enorme per portarsi a -1 dalla vetta. È 2-1 per i rossoblù il risultato dello Scida, con i calabresi che conquistano la prima vittoria in stagione e riescono, per una volta, a portare i tre punti a casa da una situazione di vantaggio. Non ne approfitta il Lecce, che pareggia per 1-1 con l’Ascoli dopo essere stata a lungo avanti. I salentini hanno gli stessi punti della Cremonese, 15, e sono momentaneamente secondi, mentre l’Ascoli allunga a tre la serie di match senza vittorie. Bene la Reggina, che batte il Vicenza per 1-0 (biancorossi penultimi) e sale al sesto posto. La Ternana vince in casa del Pordenone (3-1) e centra il terzo successo nelle ultime quattro, i friulani sono sempre più ultimi. Alle 16.15 Cosenza-Frosinone e Perugia-Brescia, alle 18.30 chiude il programma del sabato Como-Alessandria.

Crotone-Pisa 2-1

—  

Il Crotone passa subito avanti dopo due minuti: bella palla in profondità di Marin per Mulattieri, l’attaccante scuola Inter è freddo e infila Nicolas. Sei minuti dopo Sibilli si fa stendere in area e l’arbitro assegna rigore, ma dagli undici metri De Vitis si fa ipnotizzare da Contini (secondo rigore sbagliato in stagione). Così, al 28’, i calabresi raddoppiano: Mastinu perde una palla velenosa sulla trequarti, Zanellato controlla, calcia e grazie a una deviazione di Caracciolo batte ancora Nicolas. Nel recupero del primo tempo Toure accorcia le distanze di testa su cross dalla sinistra di Marsura. Nella ripresa lo stesso Toure, da un metro, si divora il gol del pari.

Ascoli-Lecce 1-1

—  

Al 7’ gli ospiti sono avanti: cross dalla sinistra di Barreca, Strefezza di testa non sbaglia. Poco dopo Di Mariano ci prova in mezza rovesciata ma Leali è attento. Al 65’ Quaranta colpisce la traversa di testa su punizione di Sabiri, con Gabriel immobile. Al 74’ Iliev, entrato da poco, pareggia con un bel sinistro a incrociare dopo una grandissima giocata di Dionisi tra due avversari.

Vicenza-Reggina 0-1

—  

La Reggina passa al 31’: calcio d’angolo dalla sinistra, il pallone rimane in area e Cionek lo aggiusta per Galabinov. Stop di petto e tiro al volo del bulgaro su cui Grandi non può nulla. L’occasione migliore per il Vicenza arriva al 59’, ma il calcio di punizione di Taugourdeau sbatte contro il palo.

Pordenone-Ternana 1-3

—  

I rossoverdi la chiudono nei tre minuti tra il 10’ e il 13’: apertura col sinistro di Palumbo, sponda di testa di Furlan e gol di Alfredo Donnarumma, ben appostato, per l’1-0. Il raddoppio nasce da un’ennesima grande giocata di Partipilo (quinto assist in stagione), che trova Falletti in area con un passaggio filtrante: il destro dell’uruguagio è imprendibile. Al 69’ Falletti ruba palla a Camporese a metà campo e parte in contropiede, chiede e ottiene l’uno-due con Capone, salta Perisan e cala il tris. Il gol dell’1-3 del Pordenone è un siluro di Falasco dai 20 metri su punizione di seconda.

La Gazzetta dello Sport