Sport/Lega Pro: Keep Racism Out, i club di Serie C in prima linea contro il razzismo

Tutti in campo contemporaneamente per gli ultimi obiettivi della stagione prima di playoff e playout. Clou a Castellammare di Stabia e Catania.

Si gioca, tutti insieme. Turno di fine stagione con orario unico per il campionato di Serie C che propone ancora sfide e discorsi aperti. Quello per il secondo posto, per il quinto, ma anche per il settimo, piazza appetibile per giocare in casa il primo turno playoff. Dietro ormai anche il quartultimo posto salva, per cui non c’è più lotta per non finirci dentro, mentre Bisceglie e Paganese si affronteranno nel playout, con i campani che mantenendo i tre punti di vantaggio, conserveranno il favore della classifica.

Così oggi la 37esima giornata scende in campo alle 17:30. Partita di cartello potrebbe essere Juve Stabia-Foggia, per tanti motivi. Il quinto posto dei campani, il settimo del Foggia, l’ex tecnico (due volte) e calciatore, nonché foggiano di nascita, Pasquale Padalino sulla panchina delle vespe e contro il suo passato. Occhio anche a Catania-Casertana, con gli etnei in lotta per il quinto con la Juve Stabia e la Casertana intenta a respingere gli attacchi di Viterbese (contro il Catanzaro) e Monopoli (contro la Ternana), entrambe in casa, per l’ultimo posto playoff. I quattro punti di vantaggio per i falchetti sono, comunque, un buon bottino. Mentre la Ternana non ha più nulla da chiedere al suo campionato (forse solo l’incremento dei record), vinto a mani basse, il Catanzaro potrebbe addirittura insidiare il secondo posto dell’Avellino, impegnato in casa contro il Teramo. Fatto impensabile fino a qualche giornata fa. In programma anche Turris-Bari, Palermo-Cavese, Paganese-Potenza e Bisceglie-Vibonese, con la Virtus Francavilla a riposo.

Fabio Lattuchella