Gli umbri surclassano il Catania, Bari e Avellino vincono con diverse modalità. Foggia spaesato in Irpinia, mentre il catanzaro soccombe in casa con la Casertana

La Ternana non si ferma e vince anche contro il Catania (5-1), in modo convincente e netto. La capolista del girone mantiene 12 punti di vantaggio sull’Avellino e 14 sul Bari. Che, rispettivamente, vincono contro il Foggia (4-0 per gli irpini) e contro il Monopoli (1-0 i galletti). Due vittorie diverse delle inseguitrici con il Bari che vince di misura e con molta sofferenza alla prima gara di mister Carrera e con l’Avellino che invece domina un irriconoscibile Foggia. Brutto passo indietro dei rossoneri, alla seconda sconfitta di seguito dopo quella in casa contro il Catanzaro. Ed è proprio il Catanzaro la delusione della 25esima giornata del campionato, con la sconfitta netta (0-3) in casa contro una sorprendente Casertana. Ora i falchetti sono in buona posizione per conquistare i playoff, cosa inaspettata fino a poco fa. Male in casa anche il Teramo (1-3 con il Potenza) e la Turris (1-2 con il Palermo). Ora in chiave playoff c’è una piccola fuga in avanti di alcune squadre, Casertana, Palermo e Juve Stabia (1-2 alla Cavese nell’anticipo) che raggiungono 33 punti, +4 sulla prima esclusa, la Virtus Francavilla (0-0 con la Paganese) che raggiunge 29 punti. Vittoria importante in chiave salvezza per il Bisceglie (1-0 alla Viterbese), che insieme alla vittoria del Potenza a Teramo permette di riaprire il campionato. Lucani e biscegliesi vanno a 20 punti, contro i 22 della Vibonese ferma per il turno di pausa.

Fabio Lattuchella