Il Taranto non sfonda: allo Iacovone solo un punto col Fasano


Mezzo rammarico per la Fidelis Andria, che manca il colpaccio a Taranto per un errore individuale. Finisce 1-1 il derby dello “Iacovone”, recupero dell’11^ giornata del girone H di Serie D: buona gara dei biancazzurri che giocano sicuramente meglio rispetto alla trasferta col Picerno, rischiano poco in difesa ma mancano il colpo del ko dopo il vantaggio di Monaco nel primo tempo. Nella ripresa è sufficiente un errore di Fontana per consegnare il pallone sui piedi del giovane Santarpia, bravo a battere Petrarca con un tiro piazzato.

Posta in palio altissima allo “Iacovone”: non c’è solo il prestigio ma anche la rincorsa al primo posto. Buon approccio da parte dei biancazzurri, che costruiscono la prima occasione del match al 6′ con una gran botta di Cerone dalla distanza, vola Ciezkowski che mette la sfera in corner. Il Taranto cerca di appoggiarsi soprattutto al suo centravanti Diaz, che al 13′ stoppa il pallone in area e si gira cercando l’incrocio dei pali, conclusione che finisce alta. Poco spettacolo in campo, anche per merito delle due migliori difese del campionato: i federiciani sono però bravi a sfruttare uno spazio invitante al 26′ con Monaco, che da fuori area scarica un destro imprendibile all’angolino basso. Andria in vantaggio e secondo gol in campionato per il centrocampista. Gli ionici provano a reagire al 32′ con il tiro di Matute dal limite dell’area, pallone che termina sopra la traversa. Il Taranto lascia qualche spazio in difesa e la Fidelis cerca di approfittarne: al 33′ Avantaggiato parte da solo e si fa metà campo palla al piede, arriva in area di rigore e calcia col sinistro ma il tiro è troppo centrale, Ciezkowski blocca in due tempi.

Nella ripresa ospiti subito pericolosi al 47′ con un tiro di Avantaggiato che salta un avversario e scarica un destro dal limite dell’area, Ciezkowski blocca la sfera. La Fidelis fa buona guardia in difesa e non rischia nulla, complice anche un Taranto impreciso negli ultimi sedici metri. Le occasioni più pericolose sono dei biancazzurri, che al 61′ sfiorano il raddoppio con Bolognese che su uno schema da corner calcia dal limite dell’area, Ciezkowski è bravo a distendersi togliendo la sfera dall’angolino basso. Basta un errore per riaprire tutto: al 67′ su un cross basso dei padroni di casa Fontana allontana malissimo il pallone, che arriva sui piedi di Santarpia bravo a piazzare la sfera all’angolino basso battendo Petrarca. Derby di nuovo in parità e tutto da rifare per i federiciani. Panarelli cambia la coppia d’attacco cercando di portare freschezza in zona offensiva: la Fidelis aumenta la pressione e prova a rendersi pericolosa ma Ciezkowski corre pochi rischi, come del resto il collega Petrarca dall’altra parte. Non succede più nulla da qui alla fine: pari e patta nel derby.

TARANTO (4-2-3-1): 1 Ciezkowski; 2 Boccia, 5 Rizzo, 8 Guastamacchia, 3 Ferrara; 8 Matute, 4 Marsili; 7 Guaita (51′ Versienti), 10 Tissone (51′ Falcone), 11 Santarpia (81′ Serafino); 9 Diaz.
PANCHINA: 12 Caccetta, 13 Shehu, 14 Marrazzo, 15 Silvestri, 16 Versienti, 17 Mastromonaco, 18 Falcone, 19 Corvino, 20 Serafino
ALLENATORE: Giuseppe Laterza

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): 1 Petrarca; 2 Lacassia, 5 Fontana, 6 Venturini (53′ Paparusso); 3 Benvenga, 4 Manzo, 8 Bolognese, 7 Monaco, 11 Avantaggiato (64′ Pelliccia); 9 Figliolia (75′ Scaringella), 10 Cerone (82′ Prinari).
PANCHINA: 12 Stasi, 13 Pelliccia, 14 Clemente, 15 Carullo, 16 Dipinto, 17 Prinari, 18 Paparusso, 19 Mariano, 20 Scaringella
ALLENATORE: Luigi Panarelli

MARCATORI: 26′ Monaco (FA), 67′ Santarpia (TA)

AMMONITI: 38′ Venturini (FA), 57′ Avantaggiato (FA), 74′ Boccia (TA), 81′ Marsili (TA), 93′ Guastamacchia (TA), 94′ Monaco (FA)

ESPULSI: /

ARBITRO: Valerio Pezzopane, sezione di L’Aquila

ASSISTENTI: Domenico Castaldo, sezione di Frattamaggiore; Antonio Caputo, sezione di Benevento

Fonte:NotiziarioCalcio.com