Vive un gran momento anche la Team Altamura, seconda forza del girone H di Serie D, con merito. Ed Antonio Croce è uno dei prezzi pregiati di un organico che non vuole porsi limiti. I biancorossi murgiani a 360 gradi sulle colonne di tuttocalciopuglia.com, con particolare attenzione alla prossima sfida contro la Fidelis Andria, che vedrà l’attaccante foggiano nelle vesti di grande ex. 

Croce, la Team Altamura è tornata subito a vincere. Ed è seconda. 

“La battuta d’arresto a Nardò era stata dovuta a qualche episodio sfavorevole. Secondo me avremmo meritato qualcosina in più, avremmo meritato qualcosina in più rispetto al pareggio. Ma domenica ci siamo subito riscattati, la vittoria è arrivata nel migliore dei modi”.- 

E tu sei particolarmente in forma. 

“Si, siamo partiti sulla falsa riga della scorsa stagione. L’anno scorso, dopo il mio arrivo, la squadra si è subito ripresa ed anche grazie al mister. Ho creduto sin dall’inizio a questo progetto ed i risultati ci stanno dando ragione. Per i nuovi, sicuramente, è stato molto più semplice inserirsi. Sicuramente daremo fastidio, giochiamo bene e ci divertiamo. Il mister ci fa stare bene, ragioniamo di partita in partita”. 

Ora c’è l’Andria. 

“Ci ho giocato li, è una piazza bella calda. Ricordo Panarelli a Taranto, era un allenatore molto preparato. Conosco bene i suoi metodi. Mi aspetto una gara da tripla, anche se vogliamo i tre punti. Ci aspetta una bella partita”. 

La qualità più importante di mister Monticciolo? 

“Ce ne sarebbero tante in realtà, potremmo scriverci un libro. A prescindere dall’allenatore, è soprattutto un uomo. E’ un nostro complice e lo seguiamo in tutto e per tutto. Ci trasmette serenità, voglia. Oltre al gruppo, che è una grande forza, lui è un valore aggiunto. Riesce a far uscire il meglio da ognuno di noi”.