Luca Giannone


D’Ignazio, Loreto e Alma annichiliscono il Bari, permettendo alla Turris di ottenere una vittoria importantissima in ottica salvezza dopo una gara condotta con grande caparbietà e con la voglia di chi sapeva che l’obiettivo da agguantare era ormai ad un passo. Ennesima giornata amara per i galletti: l’Auteri 2.0 parte nel peggiore dei modi, nell’approccio alla sfida e soprattutto nell’affrontare il penultimo appuntamento della regular season con le pile quasi completamente scaricate dal punto di vista psicofisico. Non di certo la strada migliore per proiettarsi agli spareggi promozione. 

TOP

Giannone (Turris): quando riceve palla si mette in moto attivando la modalità fuoriclasse, puntando gli avversari come fossero birilli. Tra le linee trova il suo habitat naturale, per innescare il movimento di incursori sempre pronti a gettarsi negli spazi. SUPERLATIVO.

Nessuno per il Bari: atteggiamento e comportamento troppo leggero nella prima frazione, quasi arrendevole una volta incassato il secondo cazzotto. L’Auteri 2.0 parte nel peggiore dei modi, adesso l’ultima gara deve essere propedeutica a ricaricare le pile per giocarsi i play off con una maggior freschezza energetica e con la voglia massima di centrare l’obiettivo sfiorato la scorsa stagione. MALISSIMO. 

FLOP

Nessuno per la Turris: prestazione di sostanza, praticamente quel che serviva per portare a casa i tre punti e mettere in archivio l’obiettivo salvezza diretta. IMPECCABILI.

Il campionato del Bari: stagione sottotono, serve raddrizzare l’andamento per difendere il quarto posto con le unghie e con i denti e proiettarsi agli spareggi con una carica agonistica che non dovrebbe mai mancare a nessun livello. RICARICARE LE PILE. 

Fonte:TuttoC.com