Il Foggia cede nel finale al Palermo dopo un match equilibrato con azioni da una parte e dall’altra, prima della rete decisiva di Valente. Termina 1-0 per i rosanero il recupero della 33’ giornata del campionato di Seire C. Nella prima parte del match Palermo e Foggia si affrontano a viso aperto. Lex Floriano impiega 20” a rendersi pericoloso mal apallatermina al lato. Al 10’ dall’altro lato Vitale trova Pelagotti pronto poi al 21’ Rauti lasciato solidino di testa manda fuori. curcio prenee in mano la situazione è mette in difficoltà i rosanero. Al 24’ conuna punizione diretta e al 26’ con un sinistro dal centro dell’area. Pelagotti si pppone in entrambi i casi. In chiusura di frazione Palermo di nuovo pericoloso con Lupetini al 38’ su azione da calcio d’angolo e ancora con l’ex Floriano al42’ ma è bravo Fumagalli a respingere. Il primo tempo si chiude sullo 0-0. La ripresa si apre con uno schema su punizione al 49’, Floriano per Rauti, palla alta. Un minuto più tardi la risposta di Rocca che di sinistro calcia di poco fuori, con palla deviata in modo decisivo da un difensore rosanero. Al 55’ Curcio trova i pugni di Pelagotti su calcio piazzato. Il Foggia subisce per una decina di minuti la veemenza dei siciliani, intenti a cercare la via della vittoria, ma senza rischiare troppo. Al 66’ le intenzioni dei rossoneri appaiono chiarissime e arrivano dalla panchina. Dentro Nivokazi per Said. Il Foggia mette una punta e toglie un centrocampista. Cambi equilibrati per il Palermo, che non cambia modalità di gioco. E i rosanero si rendono ancora pericolosi con De Rose dalla distanza ma è ancora bravo Fumagalli. All’81’ i siciliani trovano il vantaggio con Valente, che riceve palla da Floriano e scarica di destro alle spalle del portiere del Foggia. Finale con poche emozioni. Il Foggia prova a spingersi in avanti ma non crea nulla di particolare e i siciliani fanno un passo in avanti verso i playoff.

Dopo 24 giorni senza gare ufficiali e con pochi allenamenti nelle gambe i rossoneri cedono nel finale al Palermo. Decide Valente all’81’. Ottimo l’ex Floriano, decisivo anche nell’azione del gol

Il Foggia cede nel finale al Palermo dopo un match equilibrato con azioni da una parte e dall’altra, prima della rete decisiva di Valente all’81’. Termina 1-0 per i rosanero il recupero della 33’ giornata del campionato di Serie C, con il Foggia che tornava in campo dopo 24 giorni dalla sua ultima apparizione e a ranghi ridotti dal Covid. Nella prima parte del match Palermo e Foggia si affrontano a viso aperto. L’ex Floriano impiega 20” a rendersi pericoloso ma la palla termina al lato. Al 10’ dall’altro lato Vitale trova Pelagotti pronto alla respinta sulla linea di porta, poi al 21’ Rauti lasciato solo in area, di testa manda fuori. Curcio prende in mano la situazione è mette in difficoltà i rosanero. Al 24’ con una punizione diretta e al 26’ con un sinistro dal centro dell’area. Pelagotti si oppone in entrambi i casi. In chiusura di frazione Palermo di nuovo pericoloso con Luperini al 38’ su azione da calcio d’angolo e ancora con l’ex Floriano al 42’ ma è bravo Fumagalli a respingere in entrambe le occasioni. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.

La ripresa si apre con uno schema su punizione al 49’, Floriano per Rauti, palla alta. Un minuto più tardi la risposta di Rocca che di sinistro calcia di poco fuori, con palla deviata in modo decisivo da un difensore rosanero. Al 55’ Curcio trova i pugni di Pelagotti su calcio piazzato. Il Foggia subisce per una decina di minuti la veemenza dei siciliani, intenti a cercare la via della vittoria, ma senza rischiare troppo. Al 66’ le intenzioni dei rossoneri appaiono chiarissime e arrivano dalla panchina. Dentro Nivokazi per Said. Il Foggia mette una punta e toglie un centrocampista. Cambi equilibrati per il Palermo, che non modifica modalità di gioco. E i rosanero si rendono ancora pericolosi con De Rose dalla distanza ma è ancora bravo Fumagalli. All’81’ i siciliani trovano gol decisivo con Valente, che riceve palla da Floriano e scarica di destro alle spalle del portiere del Foggia. Decisiva l’insistenza dell’azione sul lato opposto dell’ex rossonero Floriano, uno dei migliori in campo. Finale con poche emozioni. Il Foggia prova a spingersi in avanti ma non crea nulla di particolare, con la squadra probabilmente sfiancata dai pochi allenamenti per via del virus e i siciliani, vincendo 1-0, fanno un passo in avanti verso i playoff.

Fabio Lattuchella