Una magia di Achik regala la prima vittoria esterna al Cerignola: Altamura ko


Una magia su punizione di Ismail Achik porta in dote finalmente la prima vittoria esterna del campionato all’AUdace Cerignola: i gialloblu si impongono al “D’Angelo” sul Team Altamura e riassaporano la gioia dei tre punti dopo un digiuno di cinque giornate. Pazienza dispone un 3-5-2 con alcune novità: torna Allegrini in difesa, c’è Colucci al posto di Scuderi sulla fascia destra, mentre Malcore si riappropria di una maglia da titolare, stante l’assenza di Verde.

Diverse le defezioni per Monticciolo, indisponibili Lanzolla, Lucchese e Spano: in difesa c’è Pantano, Baradji in mediana mentre Bozzi affianca Croce in attacco. Nella prima parte della sfida, si fanno preferire i padroni di casa: al 2′ Francesco Russo calcia a lato sugli sviluppi di un corner, al 10′ Croce alza troppo la mira. Il Cerignola cerca di colpire di rimessa, e al 25′ usufruisce di una punizione da circa trenta metri: nella settimana che ha festeggiato il 54° compleanno di Roberto Baggio, Achik disegna una parabola imprendibile all’incrocio dei pali per Donini, con gli ospiti che si portano in vantaggio. Tanto cercata, arriva la gioia personale per il fantasista italomarocchino, dopo aver fornito in stagione quattro assist ai compagni. Quasi immediata la risposta dei biancorossi: al 29′ è prodigiosa la risposta di Chironi sulla girata di Bozzi in area di rigore.

Fedel conclude raccogliendo un pallone sporco dai sedici metri, sfera che termina sul fondo, la frazione si chiude col destro largo di De Cristofaro in una transizione ofantina. Si va all’intervallo con gli ospiti avanti di misura, grazie ad un atteggiamento accorto e ben impostato da mister Pazienza. Nella ripresa, continua l’ordinata missione tattica dell’Audace: il pallino del gioco è lasciato ai murgiani, senza però che il Team crei grattacapi alla retroguardia. Pazienza cambia il reparto offensivo in due mosse: Tedesco e Godano rilevano Achik e Malcore, Monticciolo inserisce Lorenzo e Langone per Kanoutè e Baradji. Le pochissime emozioni della ripresa sono concentrate nello spezzone finale: all’80’ Syku è provvidenziale (con Guadalupi in agguato) a mettere in angolo sull’invitante traversone di Lorenzo. Al minuto 88, Godano tira debolmente fra le braccia di Donini, sul capovolgimento di fronte Langone indirizza senza forza dalle parti di Chironi.

Dopo 5′ di recupero, l’arbitro sancisce la fine delle ostilità e la liberazione da un tabù per i cerignolani: un successo frutto di grande applicazione, con una difesa tornata ermetica e pesantissimo ai fini della classifica.

Il Cerignola sale così a 20 punti in classifica, ma non può gustarsi a lungo questa affermazione: mercoledì di nuovo in campo per il turno infrasettimanale, con ospite al “Monterisi” la Fidelis Andria, fermata oggi sull’1-1 casalingo dal Bitonto. Per veleggiare con tranquillità verso la salvezza, sarà determinante dare seguito all’ottima prestazione odierna.

TEAM ALTAMURA-AUDACE CERIGNOLA 0-1

Team Altamura (3-5-2): Donini, Kanoutè (72′ Lorenzo), Pantano, Russo F., Fedel, Baradji (72′ Langone), Logoluso (87′ Ansani), Guadalupi (90′ Gambuzza), Casiello, Croce, Bozzi. 
A disposizione: Garofalo, Errico, Terrevoli. 
Allenatore: Alessandro Monticciolo.

Audace Cerignola (3-5-2): Chironi, Syku (90′ Acampora), Allegrini, Silletti, Colucci (78′ Scuderi), Muscatiello, De Cristofaro (81′ Barrasso), Esposito, Russo L., Malcore (65′ Godano), Achik (60′ Tedesco). 
A disposizione: Tricarico, Amoabeng, Amabile, Monopoli. 
Allenatore: Michele Pazienza.

Rete: 25′ Achik.
Ammoniti: Russo F., Pantano, Croce (TA); Chironi, Allegrini (AC).
Angoli: 5-4.
Fuorigioco: 1-3. 
Recuperi: 0′ pt, 5′ st.
Arbitro: Viapiana (Catanzaro). Assistenti: Bartoluccio (Vibo Valentia)-Marchese (Napoli).

Fonte:NotiziarioCalcio.com