Simone Salinno, premio I LOVE LUCERA come miglior giocatore del 2011

Un calciatore, in verità, non appende mai gli scarpini al chiodo; non smette mai di pensarsi al centro di una manovra o nel bel mezzo di una mischia per contendere la palla all’avversario; un calciatore non esce mai dai confini segnati da quelle righe bianche.
E dal campo non uscirà mai neanche Simone Salinno, “l’americano”, il numero dieci del presidente Pitta, il fantasista di un Lucera Calcio vincente e glorioso. Calciatore a vita, come tutti quelli che hanno animato il sogno biancoceleste di quegli anni.
Simone Salinno, classe 1981, ha pensato bene di farsi promotore – oggi che vede, insieme a tanti suoi compagni, gli anni passati sul terreno di gioco come un insostituibile pezzo della sua esistenza di sportivo e di uomo – di un evento collettivo, una partita, che sia un gioioso ritrovarsi allo stadio Comunale, per ribadire, non nella malinconia, ma nell’orgoglio, i tratti di una vicenda personale (ma questo vale anche per tutti gli altri) che ha consegnato qualcosa di importante alla storia del calcio locale.
L’appuntamento, con la regia di Simone, è per venerdì 3 agosto; calcio di inizio alle 18. Parteciperanno alla manifestazione tanti di coloro che, per un periodo di vent’anni, hanno infiammato la passione biancoceleste e i protagonisti della storica vittoria di Noicattaro che portò a Lucera la Coppa Italia Regionale, nel 2006. Annunciata la presenza di Gerardo Maiellaro.
SundayRadio