L’unico modo per continuare a sperare nel secondo posto, per il Bari, è battere l’Avellino nello scontro diretto al Partenio-Lombardi. 4 sono i punti di vantaggio degli irpini sui galletti a 4 gare dal termine e un pareggio sarebbe una consegna delle armi a favore dei padroni di casa. Bari che, intanto, deve anche guardarsi le spalle dal Catanzaro, ad un solo punto di distanza, per cui non può permettersi passi falsi.

QUI AVELLINO – In settimana conferenza stampa di Braglia in cui si preannunciavano novità riguardanti il Covid. Sono tornati a disposizione Carriero e De Francesco, mentre si è fermato Santaniello. Si fermerà anche Miceli, che è stato “colpito” dalle dichiarazioni del tecnico irpino, accusato di un comportamento poco professionale dal suo allenatore. Dopo la brutta prestazione contro la Ternana e la sostituzione, il capitano bianco verde aveva contestato la sostituzione, così Braglia ha rimarcato che “la fascia non è un pezzo di abbellimento della divisa, ma è qualcosa di diverso”. Pronto al suo posto Dossena. A centrocampo D’Angelo è ancora in dubbio.  In porta dubbio Forte-Pane con il tecnico che avrebbe messo in discussione le ultime prestazioni di Forte.

QUI BARI –  Dubbio modulo in casa barese, ma con l’abbondanza dei rientri di Cianci, Ciofani e De Risio, anche se non riesce a recuperare Sabbione e Sarzi Puttini. Il centravanti dovrebbe partire dal primo minuto con Maita o Antenucci sulla trequarti, anche se quest’ultimo potrebbe rappresentare un’opzione in più a partita in corso. Celiento è ancora out, ma al fianco di Di Cesare, dietro, ci sarà Minelli. Con Antenucci in campo dal primo minuto, invece, Maita agirebbe da mediano. L’alternativa tattica potrebbe essere il 3-5-2 con Cianci e Antenucci più vicini e senza ali sulle fasce, ma solo D’Ursi a sinistra a tutto campo e il terzino Semenzato a destra, con Perrotta nei tre di difesa con Minelli e Di Cesare.

AVELLINO (3-5-2) – Pane; L. Silvestri, Dossena, Illanes; Ciancio, Carriero, De Francesco, Aloi, Tito; Maniero, Bernardocco. All. Braglia

BARI (4-2-3-1) – Frattali; Semenzato, Di Cesare, Minelli, Perrotta; Maita, De Risio; Marras, Antenucci, D’Ursi; Cianci. All. Carrera

DIREZIONE DI GARA – L’arbitro del match sarà Marco D’Ascanio della sezione di Ancona, coadiuvato dagli assistenti Marco Ceccon della sezione di Lovere e Claudio Gualtieri della sezione di Asti. Quarto ufficiale Daniele Rutella della sezione di Enna

Fabio Lattuchella