Bari e Catanzaro in campo con molte certezza. Il big-match di giornata per proseguire l’inseguimento alla Ternana capolista.

Nessuna delle due può sbagliare. Il Bari perchè è sempre in atto l’inseguimento alla Ternana e, sebbene gli umbri fossero favoriti, ieri i galletti avevano sperato a lungo nel passo falso della capolista. Così non è stato, per cui si è manifestato quanto previsto. La tensione per questa gara sarà altissima, ma il Bari in casa non può sbagliare. Più del Catanzaro, che gioca in trasferta e che potrebbe accontentarsi di un pareggio, anche perchè i calabresi inseguono più una posizione privilegiata per i playoff che la vetta della classifica.

QUI BARI – Pochi dubbi per Auteri. Uno di questi è in mezzo al campo dove Bianco e De Risio si giocano una maglia, mentre in attacco Montalto e Simeri puntano ad insidiare il posto di D’Ursi. Il resto è quasi intoccabile.

QUI CATANZARO – In attacco c’ abbondanza anche per Calabro, con Evacuo che freme per trovare posto dal primo minuto al fianco di Di Massimo. Ma la concorrenza di Di Piazza e Curiale è agguerrita. Anche per Calabro le idee sono molto chiare per almeno nove undicesimi di formazione.

BARI (3-4-3) – Frattali; Celiento, Sabbione, Di Cesare; Ciofani, Maita, De Risio, D’Orazio; Marras, Antenucci, D’Ursi. All. Auteri.

CATANZARO (3-4-1-2) – Branduani; Riccardi, Fazio, Martinelli; Casoli, Verna, Risolo, Contessa; Carlini; Evacuo, Di Massimo. All. Calabro.

DIREZIONE DI GARA Per una sfida tutta del sud, tre quarti di direzione arriva dal nord più distante. Da Udine il direttore, Zufferli, che sarà coadiuvato dagli assistenti di linea, Massimino di Cuneo e Gualtieri di Asti. Quarto ufficiale Cascone di Nocera Inferiore.

Fabio Lattuchella