Torna il derby tra Foggia e Taranto, entrambe hanno sogni di gloria in questo campionato. Gli jonici devono, però, riscattare la sconfitta interna di sette giorni fa. Non ci saranno i tifosi del Taranto
A distanza di due anni dall’ultima volta torna Foggia-Taranto, derby sentito da entrambe le tifoserie, ed è proprio per questo motivo che sarà inibito l’accesso allo stadio Zaccheria, ai tifosi jonici.
QUI FOGGIA – Corda dovrà ancora rinunciare al giovane Salines, infortunato. In difesa spazio ad Anelli e Viscomi e Cadili, con Fumagalli in porta. A centrocampo dubbio sull’impiego di Gentile, che in settimana ha accusato qualche problemino negli allenamenti, mentre Gerbaudo dovrebbe fare il suo esordio dal primo minuto. Affiancato da Salvi e Cittadino in mezzo, con Campagna e Kourfalidis ai lati. In alternativa Di Masi largo e Campagna centrale in luogo di Cittadino. In attacco convocato il nuovo arrivato Gibilterra, che andrà in panchina. Iadaresta e Tortori restano i favoriti per le due maglie, ma Cannas e Russo spingono per esserci.
QUI TARANTO – Inutile negarlo, a Taranto si aspettavano qualcosa in più, soprattutto perchè le due sconfitte sono arrivate entrambe in casa. Ragno non è in discussione. secondo quanto riportato dalla società stessa, ma sarebbe stata chiesta l’eventuale disponibilità di Dino Bitetto, libero dopo la stagione scorsa trascorsa a Cerignola (vinti i playoff in finale proprio sul Taranto). Intanto è stato allontanato il Team Manager, Triuzzi. In casa rossoblu potrebbe esserci qualche modifica per Ragno. Confermati Genchi e Favetta in attacco e la difesa a 3 con De Caro, Luigi Manzo e Allegrini davanti a Sposito. Le modifiche a centrocampo, che da 5 dovrebbe passare a una linea a 4 più un trequartista. Matute e Oggiano si giocano la maglia per la fascia destra, Ferrara giocherà a sinistra, mentre al centro ci saranno Stefano Manzo e Cuccurullo. D’Agostino sulla trequarti.
 
PRECEDENTI – In 33 precedenti allo Zac, molti anche in categorie superiori, il Foggia ha mantenuto il “fattore casa” in 13 occasioni, mentre in altre 11 è arrivato in pareggio. 9 le vittorie tarantine fuori casa. Prima vittoria rossonera nel 1927, mentre il primo successo jonico è arrivato nel ’33. Nel 2012 la sfida di Serie D, con entrambe le società fallite e ripartite dalla D dopo essersi affrontate un anno prima in C. Vinse il Taranto 1-2, ricambiando con la stessa moneta quanto successo nel girone di andata, quando i rossoneri guidati dal bomber Giglio, espugnarono lo Iacovone.
Fabio Lattuchella