Nella mattinata prima della partenza per la Sicilia è intervenuto in conferenza stampa il tecnico del Bisceglie Aldo Papagni che ha fatto un resoconto dei primi dodici giorni sulla panchina stellata, esprimendo piena soddisfazione per i due pareggi ottenuti sinora con Viterbese e Turris. «Potremo contare su qualche ora in più di allenamento ma ovviamente la nostra conoscenza è ancora limitata. C’è da registrare una grande compattezza da parte del gruppo, stiamo lavorando a ritmi molto elevati, proprio per accelerare i tempi di conoscenza reciproca. I ragazzi stanno facendo un tour de force incredibile, basti pensare che in dodici giorni disputeremo quattro gare» ha dichiarato il mister.

L’ex Taranto e Fidelis Andria ripone speranza per la gara di sabato pomeriggio del Renzo Barbera, con fischio di inizio a partire dalle ore 15:00, senza sottovalutare il patrimonio giocatori dei rosanero che si sono faticosamente integrati nei meccanismi di questo torneo: «I rosanero possono contare su un organico composto quasi completamente da calciatori di livello superiore e sono guidati da un allenatore tra i più preparati nel mondo dei professionisti, sceso in serie C dopo diversi anni di serie B. Il loro momento non ottimale dal punto di vista dei risultati è sicuramente un aspetto negativo per noi, in quanto sono contestati e andranno a caccia di un pronto riscatto. Estremizzando i valori sulla carta non saremmo dovuti neanche partire ma ci sono tantissime possibilità anche per noi, nella gara di Palermo così come in tutte le gare».

Sartore e compagni nel pomeriggio di giovedì 11 febbraio hanno preso il treno che li ha condotti destinazione Reggio Calabria per poi pernottare a Messina superando lo stretto. Nella serata di venerdì previsto l’arrivo della squadra a Palermo.

Bartolomeo Pasquale