Decide una rete su rigore di Rocca. Rossoneri cinici in terra laziale, per i padroni di casa è sempre più notte fonda

Foggia corsaro a Viterbo. Decide una rete di Rocca su calcio di rigore al 65’. Resta a secco la squadra laziale, nonostante le parole del suo presidente in settimana e il ritiro ordinato dallo stesso. Torna alla vittoria in Foggia, dopo quattro partite senza riuscirci.

PRIMO TEMPO – Foggia con Dell’Agnello e D’Andrea in attacco, vista la squalifica di Curcio e con l’esordio di Galeotafiore dal primo minuto. Viterbese senza trequartista, con Taurino che opta per il 3-5-2. Subito Bensaja su punizione al 3’, palla alta. Foggia pericoloso all’11’ con un tiro di Anelli deviato da Mbende, dopo cross da calcio d’angolo. Al 23’ ci prova D’Andrea, ma con palla al lato. Torna a farsi vedere la Viterbese con Falbo, ma il suo colpo di testa è debole e para Fumagalli. Nel recupero del primo tempo è Rocca a provarci dalla distanza ma Daga para bene.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa si parte con un gol annullato al Foggia per fuorigioco, di D’Andrea, su punizione di Rocca. Al 64’ l’azione che decide il match. Colpo di testa di Dell’Agnello sull’angolo di Rocca, palla ad Anelli che sempre di testa la gira verso la porta trovando bene Daga. L’azione prosegue e Galeotafiore è atterrato in area, per il calcio di rigore a favore dei satanelli. Batte Rocca, Daga intuisce la direzione ma non può nulla e la palla termina in rete per lo 0-1. Al 73’ pericolo creato dal nuovo entrato Simonelli che tira dalla distanza e costringe al corner Fumagalli. Lo stesso portiere rossonero si supera anche un minuto dopo su tiro di Falbo. La Viterbese insiste e Fumagalli risponde ancora ‘presente’ alla sfida personale, ma sulla deviazione al colpo di testa di Ferrani a centro area si fionda Baschirotto che a porta vuota manda fuori clamorosamente. Nei minuti finali il Foggia subisce qualcosa per la foga dei laziali, in cerca del pareggio, ma tiene bene e porta a casa la vittoria pesantissima.

Fabio Lattuchella